Home > Area Commerciale > La Bolletta

La Bolletta stampa

La Fattura Aca

Il primo foglio evidenzia, oltre ai dati dell’utente (generalità, indirizzo, “codice utente”), il quadro riassuntivo dei costi del servizio, riportando nel dettaglio i consumi per fasce, le tariffe, gli importi, gli eventuali conguagli ed I.V.A.; le informazioni più importanti sono ben evidenziate e scritte con caratteri particolarmente grandi; sempre su questa pagina sono riportate, e di volta in volta aggiornate, notizie e comunicazioni per l’utenza.

Il secondo foglio contiene il bollettino di conto corrente: se si è scelto il pagamento tramite conto corrente bancario, viene indicato su di esso di non pagare, con una scritta in risalto; l’impostazione seguita è volta ad offrire alla clientela un servizio di fatturazione più chiaro e dettagliato, considerando che la materia risulta spesso di non facile comprensione per i passaggi e le dizioni che l’Azienda deve riportare per documentare correttamente l’importo da pagare; per facilitarne la lettura, abbiamo riprodotto la bolletta dell’acqua in uso presso tutti i comuni in cui è affidata la gestione (Come si legge); muovendo il mouse sulla pagina, compariranno le spiegazioni relative alle voci principali che la compongono.

Periodo di Emissione

Normalmente i consumi del servizio idrico integrato (acqua – fognatura – depurazione) vengono fatturati con cadenza trimestrale; in particolare vengono di norma emesse tre fatture di acconto sulla base del consumo consolidato negli anni precedenti ed una fattura a conguaglio a seguito di lettura effettiva; in casi sporadici vengono emesse due fatture di acconto e due fatture a conguaglio; in casi eccezionali anche la fattura di conguaglio può essere emessa con consumo presunto. Ogni bolletta, comunque, riporta il periodo di fatturazione indicando la data di lettura, effettiva o il riferimento per i consumi presunti.

Consumi Fatturati

La fatturazione avviene sulla base di consumi effettivamente rilevati dai letturisti dell’Acquedotto, come prevede l’art.22 del regolamento gestione utenza del SII (in linea all’indirizzo internet http://www.aca.pescara.it/aca/dirdov.php) possono essere fatturati anche dei consumi presunti; su ogni bolletta sono riportate le ultime due letture eseguite (precedente ed attuale) ed il conseguente consumo sulla base del quale viene calcolato l’importo dell’acqua da fatturare. L’utente pertanto è contrattualmente impegnato a pagare quanto fatturato dall’Ente per il consumo idrico in applicazione della:
– quota fissa estesa a tutti gli utilizzatori ex nolo contatore (stabilita dalla delibera CIPE 52/’01)
– della tariffa agevolata
– della tariffa base
– delle tariffe di eccedenza
– della tariffa del servizio fognatura
– della tariffa del servizio depurazione
– oltre onere derivante dal servizio e/o disciplinato dalle norme contrattuali

Il Condominio

L’Acquedotto emette una bolletta unica per ogni contratto. Se un intero condominio ha stipulato un unico contratto con l’ACA, la bolletta sarà unica, rapportando le fasce di consumo da delibera al numero di utenti allacciati al contatore generale; In questo caso l’utente condominio dovrà provvedere in modo del tutto autonomo secondo quanto previsto dal regolamento per la concessione dell’acqua potabile, all’ulteriore suddivisione della bolletta tra i vari condomini; è possibile fatturare ai singoli utenti del condominio se ognuno di questi è provvisto di un contatore accessibile dall’esterno.

L’ATO Ente Regolatore ha determinato il sistema tariffario (indirizzo internet: http://www.aca.pescara.it/aca/tariffe.php ) che prevede quote fisse (ex nolo contatore) diverse per ogni tipologia di fornitura che vengono applicate a tutti gli utilizzatori a prescindere dalla presenze o no del contatore.

La Spedizione

La spedizione Le bollette vengono consegnate dagli addetti dell’ufficio postale. E’ buona abitudine, verificare di tanto in tanto, il regolare ricevimento delle stesse; è importante sottolineare che le bollette, come tutte le eventuali comunicazioni, sono consegnate all’intestatario del contratto, è quindi essenziale che i dati di quest’ultimo risultino corretti, in modo da evitare spiacevoli in- convenienti; qualora si riscontrino errori o imprecisioni nelle notizie di cui sopra è doveroso darne comunicazione, in forma scritta, all’ufficio preposto dell’ACA, provvedendo ad un cambio di recapito.