Home > Ufficio Contenzioso > Conciliazione paritetica

Conciliazione paritetica stampa

SERVIZIO DI CONCILIAZIONE PARITETICA

La Società ACA Spa ha intenzione di adottare una politica aziendale tesa sempre più a considerare le esigenze dei propri utenti. A tal riguardo, la Società ha sottoscritto un protocollo d’intesa con alcune tra le maggiori Associazioni dei Consumatori ed Utenti iscritte all’Albo Regionale dei Consumatori e degli Utenti della Regione Abruzzo, per l’istituzione del Servizio di Conciliazione Paritetica, uno dei mezzi più idonei per la risoluzione delle controversie insorte tra la Società ed i propri utenti, sia per quanto riguarda la riduzione dei tempi e dei costi necessari alla soluzione delle contese, sia per quanto riguarda l’attività congiunta di analisi e monitoraggio effettuato al fine di predisporre iniziative che abbiano come obiettivo quello di migliorare la qualità del servizio e di prevenire l’insorgenza di future controversie. Potranno far ricorso al Servizio di Conciliazione Paritetica tutti gli utenti che abbiano inviato ad ACA Spa un reclamo scritto relativo alle seguenti tipologie di controversie: controversie relative ai servizi erogati dall’Azienda. Essa potrà essere attivata quando, dopo l’invio del reclamo scritto, mediante una delle modalità previste dal Ns. Regolamento di Utenza, la risposta scritta ricevuta si considera insoddisfacente o quando non si è ricevuta alcuna risposta scritta entro 30 gg. lavorativi dall’invio del reclamo. Per attivarla, l’utente dovrà rivolgersi ad una delle Associazioni dei Consumatori ed Utenti firmatarie del Protocollo di Intesa con ACA Spa che si periterà di predisporre la pratica. Una Commissione di Conciliazione tratterà la controversia insorta. Tale Commissione è composta da due conciliatori, uno nominato da ACA Spa e uno nominato dall’Associazione dei Consumatori attraverso la quale l’utente ha presentato la domanda di conciliazione. I conciliatori cercheranno, nel minor tempo possibile, di proporre all’utente una soluzione soddisfacente. Qualora l’utente si ritenga soddisfatto dalla proposta di conciliazione, la procedura si conclude con il raggiungimento dell’accordo e la firma del verbale di conciliazione. In caso contrario l’utente firmerà un verbale di mancato accordo.